Confido: 4 zampe in corsia

Al Centro Clinico NeMO la cura assume forme diverse: dall’assistenza alla ricerca clinica, senza mai distogliere l’attenzione alla qualità di vita delle persone con malattie neuromuscolari. Per questo le normali vengono integrate con trattamenti innovativi.

Il progetto “ConFido: 4 zampe in corsia” nasce dal forte messaggio lanciato dalla comunità scientifica, che sempre più valorizza la “Terapia Assistita con Animale” come trattamento efficace, che può influenzare in modo significativo l’esito della terapia motoria e la qualità della vita dei pazienti.

Da un’idea di Mondovicino Outlet Village, in collaborazione con la Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus, il progetto “ConFido”, promosso al NeMO di Arenzano, è il primo progetto scientifico di Terapia Assistita con il cane, in grado di dare benefici fisici e psicologici ai pazienti affetti da SLA e da malattie neuromuscolari.

“TAKODA” e “ANDURIL” sono i due pastori bianchi svizzeri coinvolti nello studio, selezionati da ASSEA®.

Questi meravigliosi cani hanno superato brillantemente i test di capacità e sono stati sottoposti ad una formazione avanzata. Takoda e Anduril hanno un’ottima capacità di relazionarsi con le persone e sono molto amati dai pazienti che con loro hanno sperimentato il percorso di fisioterapia.

LE CARATTERISTICHE DEL PROGETTO

Sono stati coinvolti 50 pazienti adulti ospedalizzati, con diagnosi coma la SLA, in un percorso personalizzato di fisioterapia o di terapia occupazionale, effettuate con il supporto dei due pastori svizzeri bianchi e condotti da personale formato e qualificato. Per accertare l’efficacia della sperimentazione, un “gruppo di controllo” di altri 50 pazienti è stato sottoposto a trattamento fisioterapico e a terapia occupazionale tradizionali.

Tutti i pazienti hanno eseguito un regolare trattamento di riabilitazione al mattino per 5 giorni la settimana. I pazienti che hanno aderito al protocollo “Pet Therapy”, per 3 pomeriggi a settimana, hanno partecipato al trattamento riabilitativo (fisioterapia / terapia occupazionale) in associazione ai cani. I pazienti del gruppo di controllo, invece, nel pomeriggio hanno proseguito il loro trattamento tradizionale (fisioterapia / terapia occupazionale).

I risultati hanno evidenziato una riduzione significativa dell’ansia, cui si associa anche una riduzione della depressione durante il ricovero. Dal punto di vista fisioterapico si è assistito ad un miglioramento nei test relativi alla capacità di mantenere l’equilibrio. Inoltre, la terapia assistita con il cane ha favorito una maggiore compliance e la percezione di un maggior coinvolgimento emotivo anche all’interno delle attività di terapia occupazionale.

I dati dello studio sono stati presentati con successo all’International Symposium on ALS/MND, l’appuntamento mondiale con la comunità scientifica che si occupa di SLA e di malattie del motoneurone, svoltosi lo scorso dicembre a Boston.

Confido è un progetto ideato e sostenuto da Mondovicino Outlet Village e Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus

Vedi anche
La qualità della vita è ogni giorno
Da oltre 10 anni rendiamo piccoli gesti quotidiani, una grande realtà per oltre 10.000 persone. Sostieni ora il NeMO!