Emoji sulla disabilità: la proposta di Apple

Un cane guida, un apparecchio acustico, arti protesici, persone che impugnano un bastone bianco per non vedenti, diversi tipi di sedie a rotelle. Ci sono proprio tutti i simboli della disabilità tra le 13 emoji proposte qualche giorno fa da Apple all’Unicode Consortium e in collaborazione con l'American Council of the Blind, la Cerebral Palsy Foundation e la National Association of the Deaf.

Come dichiara il colosso di Cupertino nella sua lettera di presentazione, “Apple chiede l’aggiunta di emoji per rappresentare meglio le persone con disabilità. Attualmente, infatti, le emoji forniscono un’ampia gamma di opzioni che, tuttavia, non rappresentano le esperienze delle persone disabili”. Un punto d’arrivo del tutto politically correct? Niente affatto:

“Questo – prosegue Apple – non vuole essere un elenco completo di tutte le possibili rappresentazioni di disabilità, ma un punto di partenza da cui iniziare”.

Emoji sulla disabilità: la proposta di Apple-1

Già, un inizio anche in senso operativo: quella della Mela è infatti una proposta (qui il testo integrale) che è ora al vaglio dell’Unicode Consortium, l’ente che sovrintende alla diffusione delle emoji all’interno dei vari sistemi operativi. Il Comitato Tecnico Unicode si riunirà il mese prossimo e solo in quell’occasione sapremo se le 13 emoji proposte saranno approvate o meno: in caso positivo, questi caratteri saranno selezionati per l’eventuale inclusione in Emoji 12.0, che uscirà nella prima metà del 2019 e solo dopo anche sulle altre piattaforme oltre iOS.

Oggi lo smartphone è sempre più l’interfaccia tra noi e il mondo che ci circonda, con lui possiamo telefonare, guardare la posta, ordinare la cena, comandare il frigo intelligente e soprattutto comunicare attraverso le nostre parole scritte e sempre di più attraverso simboli che sintetizzano le nostre emozioni e i nostri stati d’animo. Le emoji sono ormai una modalità di comunicazione universale in grado di avvicinare mondi anche distanti ed è per questo che  noi di NeMO accogliamo con entusiasmo questa iniziativa e speriamo nella fumata bianca di questa riunione e, nel frattempo, lanciamo la nostra proposta: a tutti gli sviluppatori che vogliono darci  una mano, che ne direste di produrre insieme le nostre emoji, che abbiamo deciso di ribattezzare NeMOji? Fatevi avanti, accettiamo le vostre idee!

Emoji sulla disabilità: la proposta di Apple-2
Vedi anche
La qualità della vita è ogni giorno
Da oltre 10 anni rendiamo piccoli gesti quotidiani, una grande realtà per oltre 10.000 persone. Sostieni ora il NeMO!