La storia di Sara

Sara è mamma della piccola Giorgia e di Alessandro, due piccole meraviglie che stravedono per la loro "maestra di vita".

Ed oltre ad essere una mamma, è anche una professionista che si occupa di gestione e amministrazione del personale. Da pochi mesi è entrata a far parte della famiglia di NeMO, scegliendo di mettersi in gioco in una nuova sfida.

Una scelta fortemente voluta e cercata, per appagare quel desiderio di donare le proprie capacità.

Un percorso di vita professionale e non solo, completamente nuovo, nato dalla voglia di arricchire il cuore.

Quando chiediamo a Sara quale sia per lei la vera bellezza rara, la risposta arriva immediata e gioiosa.

La rarità è il sorriso di Giorgia e di ogni bimbo che, come una sfumatura di colore giallo, è diverso ogni volta. Il giallo rappresenta il sorriso del sole. Che è esattamente l'immagine che il sorriso di ogni bambino mi trasmette quando ho la fortuna di incontrarne uno.

Per Sara, chi predilige il colore giallo manifesta sempre la propria personalità estroversa.

E come è tipico dei bambini, gli amanti del giallo sono persone che in maniera naturale e stimolante accolgono con gioia le novità.

Persone solitamente dotate di una fervente immaginazione, che sanno creare nella realtà, un immaginario pieno di quella stessa gioia.

Sara, infatti, così come è per Giorgia ed Alessandra, incarna proprio quella manifestazione di vitalità tipica dello stile NeMO.

La storia di Sara-1

Per Sara, di colore giallo, è il modo così puro dei bimbi di vedere e affrontare le situazioni, che supera le difficoltà della malattia.

E’ il loro essere, dal primo sguardo della mattina all’ultimo prima di chiudere gli occhi per tornare a sognare… una ballerina… un pirata.

Photo credits: Raoul Iacometti

La storia di Sara-2
Vedi anche

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.