Fai una donazione
Donazione

[informazioni della banca per il pagamento tramite bonifico bancario]

Puoi donare con carta di credito anche se non sei in possesso di account paypal
Indirizzo
Città
Stato/Provincia
CAP
Paese
La storia di Anduril e Takoda

Anduril e Takoda sono i due cani Pastori Svizzeri Banchi protagonisti della pet therapy di NeMO Arenzano, uniti nella vita e nel destino.

Zio e nipote che per il loro temperamento speciale ed empatia, condividono amicizia e lavoro. Entrambi infatti sono dei professionisti nella pet therapy.

Anduril era ancora cucciolo quando saltò in braccio a Rossella, esperta di pet therapy ed allevatrice di cani della sua razza.

Da quel momento stabilì che sarebbe diventata la sua amica del cuore e lui sarebbe stato per sempre il suo cucciolo dal nome tanto importante, “Anduril, la spada forgiata dagli Elfi”.

Eh sì, perché anche oggi che Anduril è ormai uno splendido “cagnone” adulto, si accoccola ancora in braccio a Rossella perché pensa di essere piccolo piccolo!

Takoda invece entrò nella vita di Clotilde un pomeriggio di luglio di cinque anni fa, quando Clotilde andò da Rossella per vedere una cucciolata di Pastori Bianchi Svizzeri.

Arrivata all’allevamento fu accolta proprio da Anduril. Il furfante di due anni appoggiò le zampe anteriori sulla macchina e diede una leccata al suo viso. Clotilde disse:

“Se uno dei cuccioli ha anche solo la metà della simpatia di Anduril, di sicuro diventerà il mio cane”.

Detto fatto: nella vita di Clotilde entrò Takoda, “l’Amico di tutti”.

Un filo speciale lega Takoda e Anduril.

Grazie al loro carattere e alle loro attitudini, entrambi sono stati educati e preparati da Clotilde per gli interventi di pet therapy.

Sono loro che affiancano il gruppo di specialisti del Centro Clinico NeMO di Arenzano nel progetto Confido.

Supportano con competenza i momenti di fisioterapia e di riabilitazione, pensati per le persone affette da una malattia neuromuscolare.

Durante gli esercizi in palestra si impegnano al massimo come dei veri professionisti.

Si muovono sempre con compostezza perché conoscono bene il loro ruolo, creando così un rapporto di reciprocità con chi sta vivendo le difficoltà di una malattia.

La storia di Anduril e Takoda-1
Per te papà è?
Per la festa del papà 2018 abbiamo deciso di sorprendervi con dei racconti pieni di bellezza e coraggio. Racconti di un quotidiano fatto di legami speciali ed avventure incredibili. Scopri le nostre storie per la festa del papà. Storie incredibili di papà coraggiosi e pieni di energia. Come la storia di Francesco, papà della piccola Leila, che porta il nome della stessa principessa di Star Wars, sua passione da sempre. Quest'anno per la festa del papà fai un dono speciale: sostieni il Centro Clinico NeMO con una piccola donazione.

Anduril è sempre molto allegro: quando arriva in palestra passa da tutti e saluta con uggiolii e gran dimenar di coda. Takoda invece riserva le effusioni a chi e quando decide lui, ma fa la scala a due gradini per volta per raggiungere il “suo” luogo di lavoro, la palestra del Centro Clinico NeMO.

Ma sono gli sguardi, i portamenti e le movenze che esprimono dolcezza, comprensione e rispetto che rendono Anduril e Takoda tanto cari ai pazienti. E poi c’è il tempo. Il tempo che ritengono necessario per capire e farsi capire da loro, anche nel riportare nelle loro mani due, cinque, cinquanta…. cento volte la pallina che viene lanciata.

Takoda e Anduril non si risparmiano nel donarsi alle persone con le quali stanno lavorando, facendole sentire uniche, essenziali, vitali: in questo modo le spronano a dare il meglio negli esercizi che stanno facendo, pur rispettando i loro tempi.

Sono tanti i momenti di tenerezza o gli aneddoti che accadono in palestra e che si potrebbero raccontare, perché ogni paziente vive un rapporto unico con Takoda o Anduril. Un giorno, ad esempio, Takoda, vedendo piangere una paziente del Centro Clinico NeMO, ha tentato di consolarla in un gesto tenero, come per asciugarle le lacrime, appoggiando la sua fronte a quella della signora.

Oppure, un altro paziente, grazie all’esperienza con Takoda ha deciso di mettersi in gioco totalmente imparando la professione di “conduttore di cane per Terapia Assistita con Animale”, per lavorare con altre persone.

Tra Takoda e Anduril c’è molta complicità e… perché no…anche ambizione: fanno a gara per ricevere coccole e complimenti dai pazienti e si sentono un po’ dei “supereroi” nei confronti dei loro amici cani.

Perché Anduril e Takoda sono cani da “Pet Therapy”? Perché sono cani fino in fondo, hanno solo delle competenze un po’ particolari. Nessuno potrebbe mai addestrarli a far fare cose che loro non vorrebbero. Semplicemente Anduril e Takoda vogliono bene. E lo manifestano.

IL PROGETTO CONFIDO

“ConFido: quattro zampe in corsia”, è un progetto nato da un’idea di Mondovicino Outlet Village, in collaborazione con la Fondazione Vialli e Mauro per la Ricerca e lo Sport Onlus.

“ConFido” è il primo progetto scientifico di “Terapia Assistita con il cane”, sperimentato presso il nostro Centro Clinico NeMO di Arenzano (Genova), con il supporto di A.S.SE.A Onlus, in grado di dare benefici fisici e psicologici alle persone affette da SLA e da malattie neuromuscolari.

A “ConFido” hanno partecipato 110 pazienti, 55 dei quali appartenenti al gruppo di “pet therapy”.

Per maggiori informazioni sul Progetto Confido clicca qui

La storia di Anduril e Takoda-2
Vedi anche
La qualità della vita è ogni giorno
Da oltre 10 anni rendiamo piccoli gesti quotidiani, una grande realtà per oltre 10.000 persone. Sostieni ora il NeMO!