Laboratori didattici per bambini e genitori. Un luogo per conoscere come respiriamo e per imparare le giuste tecniche della respirazione.

Laboratori a tema perchè non c’è nulla di più naturale e spontaneo della respirazione. E tutti sappiamo quanto sia importante per la nostra vita. Ma in realtà: quanto conosciamo del nostro respiro?

Sabato 21 Aprile dalle ore 12.00 alle 13.00 presso la Piazza Benessere e Salute, gli specialisti del Centro Clinico NeMO di Roma offriranno l’opportunità di far conoscere cosa significa “una buona respirazione”.

E lo faranno attraverso giochi e laboratori didattici per i bimbi e test e simulazioni per i genitori.

NeMO (NeuroMuscolar Omnicentre) è un centro clinico ad alta specializzazione pensato per prendersi cura delle persone con malattie neuromuscolari. L’attenzione alla qualità della respirazione di chi convive con l’esperienza di una patologia come la SLA, la SMA e le Distrofie Muscolari, rappresenta uno degli aspetti fondamentali su cui gli operatori di NeMO sono impegnati ogni giorno, con l’unico obiettivo di garantire la migliore qualità  di vita possibile ad ogni paziente.

Conoscere i segreti di una buona respirazione significa per tutti benessere e migliore qualità di vita.

Scopri di seguito le attività e i laboratori dedicati ad adulti, bambini e genitori e iscriviti all’evento Facebook qui.

Attività dedicate agli adulti:

– “Come Respiri?” Un piccolo test che aiuta a capire come gestiamo la nostra respirazione. Gli specialisti del NeMO forniranno suggerimenti ad hoc su come migliorarla;

– Respira che ti passa: tecniche respiratorie per alleviare stati d’ansia;

– Il polmone è come una spugna: visualizza quello che respiri! Attività dedicata ai fumatori: verrà fatto soffiare su un foglio Scottex il proprio respiro e visualizzare il cambio di colore dovuto alla ingestione della nicotina.

A grande richiesta il Centro NEMO Milano vi invita al terzo concerto gratuito di Max Denny.

Un pomeriggio gratuito di buona musica e sostegno al NeMO.

Il live si terrà al NeMO Milano (al 2° piano del Pad 7 del Blocco Sud presso l’Ospedale Niguarda Ca’ Granda) alle ore 15.30.
Il bravissimo Max, in parallelo alle sue performance da cantante di band rock e blues, ha sempre portato avanti le sue esibizioni da one man band.

 

Le regole dei motoneuroni. Storie di vita da raccontare

Con Alberto Fontana, Giuseppe Guzzetti, Paola Pessina
Modera Stefano Granata


Le storie di vita raccontate da Alberto Fontana rievocano il viaggio che ciascuno compie alla ricerca di sé. Dipingono la bellezza e insieme la durezza della vita, che come una partita a scacchi impone le sue regole, ma che vale la pena giocare sempre.

Appuntamento Domenica 22 aprile 2018 a Lomazzo con la sorprendente camminata organizzata da ASD Maneranners (vincitore come miglior marcia organizzata nel comitato Fiasp Como/Lecco/Sondrio). Una Domenica per stare bene insieme e fare del bene.

Una mattinata da trascorrere correndo o camminando tra i sentieri del rinomato Parco Lura e i comuni limitrofi di Lomazzo. 4 i percorsi: da Km 6-9-17- 24 (altimetrie & tracciati qui)
Parte del ricavato della manifestazione sarà devoluto a sostegno del Centro NEMO Milano per la lotta contro le malattie neuromuscolari come SLA, SMA e distrofie degenerative.

Il Conservatorio G. Verdi Milano, nell’ambito della 3° edizione 2017/2018 de “I Suoni del Conservatorio”, con il contributo di Banco Desio, vi invita a “Stasera Tango!”, una serata magica di #poesia, #musica e #danza dedicata al Centro NEMO Milano, nella splendida cornice della Sala Verdi Conservatorio Di Milano.
INGRESSO LIBERO !

A Messina vi è un luogo di assistenza e ricerca che – da ormai quasi 5 anni – si prende cura di persone affette da malattie neuromuscolari provenienti da tutto il Sud Italia. Il 16 febbraio, alle 10,15, la Cerimonia di inaugurazione dei nuovi spazi.

Centro multidisciplinare per la presa in carico di persone affette da patologie neuromuscolari, NeMO SUD ha sede a Messina presso il padiglione B del Policlinico “G. Martino” ed ha aperto le sue porte ai pazienti nel marzo 2013. In Italia vi sono 4 Centri NeMO – oltre al Centro di Messina vi sono i NeMO di Milano, Arenzano e Roma – ed è in apertura un quinto Centro a Torino.

Alberto Fontana presidente dei Centri Clinici NeMO:

NeMO è un modello vincente di buona sanità che ha dimostrato di essere replicabile in territori anche differenti tra loro. Oggi infatti i NeMO sono una rete di centri clinici dedicati alle malattie neuromuscolari. A Messina, dopo 5 anni dalla sua apertura, NeMO SUD raddoppia i suoi posti letto. Questo significa molto: si ridurranno i tempi di attesa per i ricoveri; ci saranno nuove stanze, un’ampia palestra, nuovi colori, nuovi spazi per i nostri ospiti. Il territorio siciliano ci ha donato grande fiducia e generosità. Ogni nuova stanza è stata donata da aziende o da privati che hanno voluto così testimoniare la loro vicinanza a NeMO e ai suoi pazienti. La promessa è che non ci fermeremo qui. Vogliamo fare sempre di più e meglio per essere sempre più vicini alle persone con malattia neuromuscolare e alle loro famiglie, certi che il percorso intrapreso sia quello giusto.

NeMO SUD coniuga assistenza e ricerca identificando, attraverso un approccio multidisciplinare, metodi diagnostici e strategie terapeutiche per persone affette da patologie neuromuscolari quali la SLA, la SMA e le distrofie muscolari. Al suo interno 20 posti letto, un’ampia palestra, day hospital e ambulatori.

Il 15 dicembre, alle 20, presso l’Auditorium del Palacultura di Messina, l’evento di moda il cui scopo è la Raccolta Fondi a sostegno del Centro Clinico Nemo Sud: La V Edizione di “Messina In Passerella”.

Già negli scorsi anni l’evento ha riscosso un grande successo.
Nella IV Edizione più di 1.500 le persone coinvolte, tra modelli, staff, partner dell’iniziativa e spettatori.
Quest’anno ci sono già tutti i presupposti perché il successo delle edizioni passate si ripeta.

La presa in carico “pneumologica” è prima di tutto diagnosi. E procede per tutte le fasi della malattia. Per questo, la riabilitazione respiratoria ha un ruolo determinante nel trattamento multidisciplinare dei pazienti.

Questi trattamenti, non solo si occupano di riabilitazione intensiva, ma rappresentano un vero e proprio supporto al paziente nell’evoluzione della malattia.

Uno degli obiettivi fondamentali è evitare che il paziente giunga in un Pronto Soccorso nel pieno di una crisi respiratoria acuta. Prevenire situazioni come questa, è possibile attraverso un follow-up completo.

La qualità della vita dunque migliora individuando da subito le alterazioni respiratorie.

Così come, il paziente da subito può godere di immediate soluzioni pratiche.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti il nostro utilizzo dei cookie.